Ciò che devi sapere Contratto di convivenza

Coppie di fatto – Perchè scegliere la convivenza

Coppia non sposata

Perchè la convivenza?

La volontà di non contrarre matrimonio è innanzitutto frutto di una libera scelta personale.Può essere dettata dalla decisione di non voler sottostare ai rigidi principi matrimoniali, quali il dovere di coabitazione; può essere una necessità in quanto si è impossibilitati a contrarre matrimonio, magari perché l’altro convivente è solamente separato e non (ancora) divorziato.

Tuttavia affinché si abbia un minimo riconoscimento sono necessarie una serietà di intenti ed una stabilità di coppia, dunque non si può sperare di trovare nella convivenza un sotterfugio ove sottrarsi a qualsivoglia dovere di coppia e poi sperare di vedersi riconosciuti dei diritti.

Quella che in tal modo si viene a creare è la cosiddetta famiglia di fatto o “coppia di fatto”, ma perché si possa almeno definire tale, essa si dovrà esplicare in una comunanza di vita e di interessi.

Secondo alcuni interpreti addirittura sarebbe necessaria la diversità di sesso dei conviventi, anche se questo presupposto è ormai fortunatamente ritenuto non essenziale.

Come tutelare i diritti di una coppia di fatto?
Solo con il contratto di convivenza possono essere tutelati alcuni dei diritti negati alle coppie di fatto. Con il contratto di convivenza puoi stabilire: il diritto di abitazione, il diritto a versare mensilmente una somma al convivente, una comunione dei beni tra conviventi… e molte altre cose. Clicca su questo link per saperne di più.

Clicca qui, contatta un avvocato matrimonialista della tua città.

Pensi che i tuoi diritti siano stati lesi?

Raccontaci la tua storia: dirittodifamiglia@live.it

Seguici