Ciò che devi sapere Coppie di Fatto Separazione tra conviventi

Coppie di fatto : infedeltà del convivente

convivente infedele

Infedeltà

Infedeltà, tutto ciò che devi sapere

Spesso e volentieri, in seguito alla separazione personale tra coniugi, segue una relazione con un’altra persona.

Tale relazione è lecita anche se non vi sia stato divorzio?

Nel 1997 la Corte di Cassazione aveva pronunciato una sentenza che stabiliva “l’obbligo di fedeltà è destinato a durare quanto il matrimonio”, ritenendo non estinti, bensì sospesi, gli obblighi matrimoniali di cui all’art. 143 c.c.

Cosa significa?

Significa, o meglio significava, che nonostante una persona fosse separata, questa doveva osservare, tra gli altri, anche l’obbligo di fedeltà.

Come mai?

Questa teoria ha le radici nella considerazione, letteralmente ineccepibile, che la separazione non dissolve il vincolo matrimoniale.

Da questo presupposto alcuni studiosi hanno tentato di far derivare la conseguenza che tutti i doveri coniugali fossero in vita anche durante una separazione tra coniugi.

Successivamente tuttavia, l’orientamento generale sia di legittimità che di merito è cambiato, e ad oggi non solo si intendono sussistenti, durante il regime di separazione personale, soltanto obblighi di natura patrimoniale, bensì si ritiene che non sia possibile trasformare la separazione, da separazione consensuale in separazione con addebito, proprio sulla base dell’accertamento della violazione del dovere di fedeltà avvenuto sia prima della pronuncia, che dopo di essa.

In questa prospettiva, non trovano accoglimento le tesi di chi ha sostenuto, e talora continua a sostenere una illiceità proprio della convivenza posta in essere in presenza di una separazione tra coniugi.

Anzi, su tale linea di pensiero, ci duole notare come queste costruzioni dottrinali sulla liceità o illiceità di una convivenza che non è in diretta violazione di una norma di legge, non faccia altro che allungare i tempi di un riconoscimento delle coppie di fatto.

Come tutelare i diritti di una coppia di fatto?
Solo con il contratto di convivenza possono essere tutelati alcuni dei diritti negati alle coppie di fatto. Con il contratto di convivenza puoi stabilire: il diritto di abitazione, il diritto a versare mensilmente una somma al convivente, una comunione dei beni tra conviventi… e molte altre cose. Clicca su questo link per saperne di più.

Clicca qui, contatta un avvocato matrimonialista della tua città.

Pensi che i tuoi diritti siano stati lesi?

Raccontaci la tua storia: dirittodifamiglia@live.it

Seguici